Musicoterapia

MUSICOTERAPIA IN ONCOLOGIA, NELLA DISABILITA’ PSICOMOTORIA,  PER L’INTEGRAZIONE SOCIO-CULTURALE, NELL’AUTISMO INFANTILE, PER LO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO,  PER LE NEVROSI , PER L’ALZHEIMER

SEDUTE INDIVIDUALI O DI GRUPPO

 

La Musicoterapia è una pratica che utilizza la musica e il suono,  per contribuire al miglioramento  della qualità della vita dell’individuo, applicabile su persone di tutte le fasce di età nel settore della prevenzione, della riabilitazione e del mantenimento della condizione psicofisica. La musicoterapia è una modalità di intervento che trova svariate applicazioni nel campo dell’espressione, della comunicazione e della relazione e che si serve dell’elemento sonoro per aprire canali privilegiati di comunicazione, provocare attivazioni senso-motorie, mantenere o ristabilire uno stato di benessere.
La Musicoterapia è utilizzata in diversi ambiti patologici. E’ documentata l’applicazione in oltre 25 settori terapeutici per bambini, adulti e anziani.
Numerose le esperienze che evidenzino l’efficacia dell’ utilizzo della Musicoterapia anche nell’ambito delle cure complementari in campo ematooncologico.
Una delle esperienze attuali a cui riferirsi si trova al SMKCC  Sloan Memorial Katerin Cancer Center   New York a cura del  Prof Kenneth Bruscia. I primi approcci della musicoterapia in ambito oncologico si  registrano negli Stati Uniti e in Inghilterra verso la fine degli anni ‘70 e trattano di interventi effettuati negli hospices a favore di malati in fase avanzata di malattia, soprattutto come coadiuvante nella terapia del dolore cronico .

 

 SEMINARI ,FORMAZIONE PERMANENTE, WORKSHOP

___________________________________________________________

Canto, musica, corpo e benessere

_____________________________________________________________

Musiche del Mondo e Musicoterapie 

_____________________________________________________________

Musicoterapia in oncologia

Nella musicoterapia come pratica di supporto al paziente oncologico, la centralità è data dall’attenzione posta non sulla malattia ma sull’individuo nella sua totalità. Ricerche su pazienti oncologici hanno messo in evidenza che l’utilizzo della musicoterapia può determinare: riduzione dei livelli di ansia e stress, miglior controllo del dolore, maggiore compliance ai trattamenti , miglioramento relazioni familiari e può fornire supporto in diversi fasi della terapia .  La metodologia proposta integra differenti tecniche  musicoterapiche europee ed extraeuropee oltre a discipline espressive delle tradizioni. 

Il seminario si rivolge prevalentemente a operatori sociali e sanitari, medici, psicologi, terapeuti,  assistenti a pazienti oncologici, artisti.

_____________________________________________________________

Il Canto Armonico 

_____________________________________________________________

contatti e informazioni

info@echoart.org / cel. 3356184611/  www.echoart.org

Seminari condotti da Davide Ferrari, musicista, musicoterapeuta, ricercatore etnomusicale.

Co-fondatore nel 1984 di Echo Art, direttore del Festival Musicale del Mediterraneo dal 1992 , co-curatore del Museo delle Musiche dei Popoli di Genova dal 2004 . Dal 2007 dirige la Banda di Piazza Caricamento.

Membro del Comitato scientifico del Master di Musicoterapia in Oncologia e cure palliative di Biella ( Fondazione Tempia ). Docente e tutor .

Ha diretto e prodotto numerosi cd’s e spettacoli in teatri e festival nazionali ed europei, tra cui l’inaugurazione di Genova 2004 Capitale Europea della Cultura .

Ha pubblicato il libro “Musica rito e aspetti terapeutici nel Mediterraneo”.
Suoi capitoli nel “Manuale di Musicoterapia” di G.Manarolo, in “Musicoterapia per l’integrazione”  di P.Pecoraro , “Di tanti palpiti”, di M. Iacoviello.
E’ responsabile del progetto di musicoterapia in ambito oncologico presso l’ospedale di San Martino , (pad.10 referente Dot.ssa Ferrandes) e dal 1992 presso il centro di riabilitazione psicomotoria Arcobaleno/ Coop. Saba / Asl 3 a Genova. Ha svolto inoltre progetti in Bosnia ( traumi post bellici ) , in centri di detenzione e ambiti con problematiche relative all’ immigrazione, autismo, psichiatria, ipovedenti.

Studi e progetti con maestri, terapeuti e artisti di diverse culture e discipline tra cui Tran Quang Hai ( Vietnam ) Tapa Sudana ( Indonesia ) , Yungchen Lhamo ( Tibet ), Tadashi Endo , Joji Hirota, Ko Murobushi ( Giappone )  Lindsay Kemp ( Inghilterra ) Stella Chiweshe ( Zimbabwe ) Gnawa Bambara ( Marocco ) Cheikh Nail Kesova & Dervisci Mevlevi Sema Ensemble ( Turchia ), Luciano Parisi , Antonella Ruggiero, Gruppo Spontaneo Trallallero , Gerardo Manarolo , Giovanni Maria Rossi, Pierluigi Postacchini, Alberto Conrado ( Italia ) , Celia Mara, Nana Vasconcellos ( Brasile ) Imani Ngoma ( Zanzibar ) Friedrich Glorian ( Germania ) Sangeeta Bandhopaday ,  KarunaKaran ( India ) Egschiglen ( Mongolia ) Nohon, Sainkho  ( Rep- di Tuva ) Ben Neill , Peter Gordon, Blue Gene Tirrany ( Usa ) Rolando Benenzon ( Argentina ) Edith Lecourt ( Francia ) Leslie Bunt ( Inghilterra ) , La Fura dels Baus ( Spagna)….

per informazioni  scrivere a info@echoart.org    o telefonare al numero 0102542604

Comments are closed.